fbpx

Sunderland ‘Til I Die

Lacrime e miserie, sogni e futuro. Oggi esce su Netflix la seconda stagione dedicata ai ‘Black Cats’

Orgoglio, passione, lealtà. La città di Sunderland ruota intorno allo Stadium of Light, un centro gravitazionale che viene perfettamente ritratto nella seria “Sunderland ‘Til I Die”.

La prima stagione ci aveva aperto le porte di una cittadina profondamente depressa per le gesta dei ‘Black Cats’. Un nucleo urbano connesso visceralmente alla propria squadra dal lontano 1897, legato ad una società gloriosa e vincente nel passato remoto, con 6 titoli in bacheca nei primi del ‘900.

Nel primo atto 2017/18 si pensava ad una promozione, la troupe di Netflix era pronta ad essere sommersa di gioia e champagne, è arrivata invece una burrascosa e sconcertante retrocessione. Lo scenario, così, è rapidamente mutato in una marcia funerea, tra lacrime e delusione di un’intera comunità.

Due retrocessioni in due anni, ci aveva lasciato con questo finale amaro e toccante la prima stagione. Oggi esce su Netflix il secondo, atteso capitolo di questa ben documentata saga calcistica, uno spaccato che si concentrerà sulla stagione 2018/19: quella della rinascita dalle ceneri.

Riuscirà il Sunderland a tornare in Championship? Riuscirà a riconnettersi con il tessuto sociale?

Related Posts

Share This