L’Innovation Summit di Diadora, un’esperienza tra Larissa Iapichino, heritage e progresso tecnologico

Ricerca, sperimentazione, sviluppo. Questo è il paradigma seguito da un marchio indelebilmente connesso all’immaginario sportivo, Diadora. Nata nel lontano 1948 a Caerano di San Marco, a distanza di quasi 80 anni dalla propria genesi Diadora sta intessendo una rete sempre più fitta di connessioni con atleti riconosciuti, così come nuovi talenti, e focalizzando la propria vision sulla creazione di prodotti avveniristici.

Il 22 Aprile abbiamo partecipato all’Innovation Summit, uno speciale evento organizzato presso l'Arsenale dello Sport di Venezia. Una giornata che ha permesso di celebrare il cammino che Diadora ha deciso di percorrere nella sua storia contemporanea.

Alcune vedute degli allestimenti Diadora all'Arsenale dello Sport di Venezia

DALL’ARSENALE ALLA RUN VALLEY

La scelta dell’Arsenale non è stata casuale. Da sempre cuore pulsante dell'innovazione della Repubblica di Venezia, questo luogo di condivisione continua a ispirare menti illuminate, ricercatori in sostenibilità, artigiani e pionieri della tecnologia. E qui, nell'epicentro della creatività lagunare, Diadora ha scelto di svelare la propria idea d’Innovazione Italiana: uno dei tratti distintivi del suo DNA e della parabola che, a partire dalla sua fondazione, mai ha smesso di tracciare.

Le recenti innovazioni tecnologiche Diadora, presentate anche attraverso l’affascinante campagna comunicativa Run Valley, sono Blushield, Anima, XT, Atomo e Anima PBX con piastra in carbonio: passi verso il futuro studiati e sviluppati insieme a numerosi atleti d’élite presso il CRD - Centro Ricerche Diadora.

Le sale interne dell'Arsenale dello Sport di Venezia

LARISSA IAPICHINO, UN SALTO NEL FUTURO

L’evento si è concluso con un annuncio particolarmente significativo: l'ingresso di Larissa Iapichino nel team track&field Diadora. La figlia d’arte è anche il volto della Lungo Carbon, la nuova scarpa Diadora dedicata alla nobile disciplina del salto in lungo. La campionessa europea U20 e U23, attuale vicecampionessa europea indoor e numero 3 del ranking mondiale è entrata a far parte di un Team composto da eccellenze italiane come Massimo Stano, Antonella Palmisano, Samuele Ceccarelli, Robert Napolitano e lo sprinter paralimpico, plurirecordman nazionale, Alessandro Cannata, che sarà protagonista di una nostra imminente produzione editoriale.

Dopo aver presentato la nuova Lungo Carbon, e prima delle foto di rito con il Presidente e Amministratore Delegato Diadora Enrico Moretti Polegato, Larissa Iapichino ha parlato della propria simbiosi valoriale con il brand, augurandosi di poter scrivere, insieme ad esso, nuove pagine di successi Azzurri. Supporto, innovazione, valorizzazione e Made in Italy, questi i concetti espressi coralmente dalla Iapichino e Diadora: il composito manifesto di un rapporto tanto virtuoso, quanto consapevole.

Cooperazione è un’altra parola chiave nei legami tra il brand veneto e i suoi atleti: termine che amplifica il proprio significato e valore osservando la presenza di un mito dell’atletica italiana, il maratoneta campione olimpico a Seul ’88 Gelindo Bordin, oggi figura di spicco nel sistema aziendale Diadora. Non bastano gli alti soffitti dell’Arsenale a contenere l’aura di questo campione eterno che, a 65 anni, pare indicare il futuro alle nuove generazioni di eredi. Grazie al proprio esempio e grazie a Diadora.

Larissa Iapichino, talento del salto in lungo italiano e atleta Diadora

IL RACE PACK E IL PROGRESSO DELL’ATLETICA

All’Arsenale è stato anche svelato in anteprima il Race Pack: risultato tangibile del recente lavoro di Diadora. Il Race Pack è composto da tre modelli pensati per discipline atletiche specifiche. Queste tre scarpe segnano il glorioso ritorno del marchio italiano nel mondo dell'atletica leggera. Sono la Gara Carbon, la Velocità Carbon, scarpa chiodata con una futuristica piastra in carbonio che segna il ritorno ufficiale di Diadora sul tartan, e la già citata Lungo Carbon, che unisce alla piastra in carbonio a lunghezza intera un’intersuola in Anima PBX: un composto speciale, capace di garantire un ritorno elastico senza precedenti.

Il nuovo prodotto Diadora Anima PBX

Credits

Filippo Libenzi

Diadora