La lente di Chris Caporaso ci guida tra i dettagli e le vibrazioni dello Slam australiano

Amo l'Australia per quello che è, e amo la sua gente. In un certo senso è come se fosse la casa del tennis”. Parole di Roger Federer. L’Australian Open ha le proprie peculiarità, la propria anima. Un DNA che riecheggia delle tipiche caratteristiche Aussie, rivelandosi in ogni scorcio tennistico, in ogni visione architettonica, in ogni volto sugli spalti. Il blu australiano è rapido ma calmo, esotico ma tradizionale. Ha il sapore di un Paese e della sua capitale culturale, Melbourne, la ‘Città Giardino’ che ha originato ed evoluto le più progressiste correnti artistiche di un intero continente. Così distante, eppure così vicino. La galleria di Chris Caporaso mostra la bellezza di questo evento, dell’epicentro tennistico oceaniano, calandoci nella sua intimità, nel suo atipico, affascinante linguaggio visivo.