Dall’alba al tramonto, dall’Adriatico al Tirreno, le visioni ciclistiche del Team supportato da Briko

La ‘Chase the Sun’ non è una semplice ride, è qualcosa di molto diverso. Dall’alba al tramonto. Dal porto di Cesenatico alla sabbia di Tirrenia. Dal mare Adriatico al Tirreno. Il Team Esplora ha partecipato all’evento che taglia l’Italia con 282 chilometri di paesaggi mozzafiato, seguendo il sole come unica guida. Grazie a Briko, abbiamo raccolto le emozioni di quest’esperienza, e ascoltato le testimonianze del Team, rappresentato da Davide Ciarletta. Il suo flusso di pensieri ci permette di comprendere le unicità della ‘Chase the Sun’ e d’introdurre l’evocativo racconto visuale creato dalle lenti Esplora.

L’esperienza ‘Chase the Sun’.

“È la corsa più romantica d’Italia, soprattutto a livello paesaggistico. È organizzata in un momento simbolico, durante la terza di settimana di giugno, al solstizio d’estate. Penso che partire all’alba, di fianco al mare, con quel tipo di sole, sia qualcosa di unico. Abbiamo percorso 280 chilometri, passando in mezzo all’Italia, scoprendo paesi meravigliosi e mangiando cose tipiche. È stato un evento nuovo per Esplora, perché di solito non prendiamo parte ad eventi su strada. Ci siamo resi conto di quanto sia piccolo e vario il nostro Paese. In 280 chilometri cambiano territori, culture, sensazioni. Abbiamo perfino toccato due mari. Non mi meraviglio che tanti rider stranieri fossero ammaliati, solo l’idea di passare nel paese di Leonardo Da Vinci, a Firenze o Pisa è qualcosa d’incredibilmente affascinante...”

Il sole, le emozioni, le immagini.

“Il sole dà una connotazione onirica, quasi spirituale, alla combinazione tra il ciclismo e paesaggi italiani che sono in grado di alimentare il cuore. Sorge e tramonta da milioni d’anni, ma non ci pensiamo spesso. L’energia di questo elemento è unica. Mi piace pensare che siamo dei raggi di luce, perché la nostra esistenza, così come la nostra energia, sono determinate dal sole. Amo la contrapposizione sole-luna, che è legata alla dualità maschile-femminile. Quando rifletto su questo tema, nella mia mente risuona la canzone degli Hang Massive ‘The Secret Kissing of the Sun and the Moon’. La ‘Chase the Sun’ ci ha anche permesso di sentire la storia di ogni territorio, di visitare suggestivi borghi arroccati, e d’immergerci in colline bellissime. Se ci fossimo fermati ad ammirare tutto, non avremmo concluso la ride”

Briko e il futuro.

“Abbiamo partecipato a questo evento grazie a Briko. Ha creato i presupposti per la nostra presenza e ci ha fornito una serie di prodotti, come i caschi Aero Plus e una nuova collezione di calze super traspiranti. Questa sinergia prosegue in vista del nostro prossimo viaggio. Dopo il Nepal vogliamo provare l’avventura in Mongolia. Sarà ancora più difficile. Nella ‘Chase the Sun’ siamo stati a casa, nella nostra comfort zone. In Nepal lo scenario era più complicato, ma in Mongolia sarà estremo. Non potremo pianificare tutto con esattezza, ci sono molte incognite, e sui vari GPS non esistono sentieri tracciati. Al momento stiamo stiamo studiando un itinerario nella zona dei Monti Khangai, che sono appena sotto la Russia. Partiremo ancora con Giuseppe Papa: in Nepal è diventato ufficialmente parte del Team Esplora”.